Menu
» 2017, Eventi 2017 » Una storia blucerchiata

Una storia blucerchiata

cover8 -sito

L’epopea della Sampdoria
dagli inizi ai nostri giorni

presentazione del libro di
Marco Ansaldo e Renzo Parodi
 
18 dicembre 2017, ore 17
Sala del Maggior Consiglio

Insieme agli autori intervengono:
Luca Bizzarri, presidente Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, Ilaria Cavo, Assessore alla Cultura della Regione Liguria, Lorenzo Licalzi, scrittore e psicologo, Massimo Ferrero, presidente dell’U.C. Sampdoria e una rappresentaza blucerchiata della dirigenza e della squadra.

 

In quanti modi si può pronunciare la parola Sampdoria? Marco Ansaldo, corrispondente da Istanbul di Repubblica, e Renzo Parodi, commentatore calcistico per le pagine locali del quotidiano diretto da Mario Calabresi, hanno smesso di contarli. La redazione di questo libro – un excursus condotto in un emozionante galoppo fra le pagine di oltre 70 anni di storia blucerchiata – ha confermato ad entrambi che una squadra di calcio – in questo caso la Sampdoria – è molto più e meglio di un volume di memorie o un almanacco di nomi. E’ un cammino nello spirito e nel tempo, un’avventura privata e insieme collettiva che non finisce mai perché si alimenta di sé continuamente. E ciascun lettore la arricchisce con il bagaglio delle proprie esperienze e dei propri ricordi. Nonostante gli scempi che ha subito il calcio rimane una formidabile unica avventura. E un impareggiabile e misterioso luogo dello spirito. Lo spirito blucerchiato.

Marco Ansaldo, 58 anni, è corrispondente di Repubblica a Istanbul per Turchia e Medio Oriente. E’ stato inviato speciale in Asia, Africa e America Latina seguendo crisi politiche, guerre e terremoti, corrispondente diplomatico, vaticanista durante i pontificati di Benedetto XVI e Francesco. E’ consigliere scientifico della rivista di geopolitica Limes, insegna Giornalismo estero alla Luiss di Roma, collabora con il settimanale tedesco Die Zeit ed è consulente di Rai Radio3. E’ curatore di conferenze su argomenti internazionali al Palazzo Ducale di Genova. Ha scritto per Einaudi, Rizzoli e Utet libri sulla Turchia e sul Vaticano, sugli Archivi nazisti e su Fabrizio De André, contribuendo a volumi di Giornalismo investigativo e di Calcio. E’ genovese, di famiglia da sempre blucerchiata, e i suoi avi tifavano per Sampierdarenese, Andrea Doria e Liguria. In qualsiasi punto del mondo si trovi cerca di non perdere mai la partita della sua squadra.
 
 

Renzo Parodi, genovese, classe 1953, giornalista professionista, in oltre quarant’anni di carriera ha attraversato i numerosi e differenti territori dell’informazione, scrivendo principalmente per la carta stampata e cimentandosi anche con Tv e radio. Per 20 dei 32 anni trascorsi al Secolo XIX ha girato l’Italia e il mondo come inviato, inseguendo fatti di cronaca, catastrofi naturali, avvenimenti politici, eventi di costume, personaggi del nostro tempo. Non ha mai trascurato lo sport, il suo primo amore, e in particolare il calcio, del quale è un cultore appassionato. Non ha mai smesso di seguire le vicende delle due squadre genovesi e ha raccontato tre Olimpiadi estive, due campionati del mondo e un campionato Europeo di calcio e non ricorda più quante partite. Alla storia della Sampdoria aveva dedicato le biografie di Paolo Mantovani e Roberto Mancini e al derby di Genova un divertente volume (Il derby infinito) pubblicato nel 2007. In pensione da qualche anno, tiene una rubrica calcistica sull’edizione genovese di Repubblica.


Email this to someoneShare on LinkedInShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestPrint this pageTweet about this on Twitter




Può interessarti anche ...