Menu
» 2012, Dogana, Mostre, Mostre - Archivio, Mostre 2012 » Dogana – 16100. Genova illustra

Dogana – 16100. Genova illustra

illustra

16100genovaillustra.tumblr.com

16100. Genova illustra

Palazzo Ducale, Sala Dogana

8 – 23 settembre 2012

inaugurazione venerdì 7 settembre ore 18.00

ingresso libero

16100. Genova illustra è un progetto espositivo nato dalla volontà di documentare, pur senza pretesa di completezza, il contesto attuale dell’illustrazione e del disegno contemporaneo nella città di Genova. La mostra testimonia il lavoro di chi opera nel settore, attraverso un insieme di progetti e nomi che raccolgono realtà disparate. Ogni autore viene identificato all’interno di questo discorso con il proprio codice di avviamento postale, per sottolineare così la presenza geografica di una scena eterogenea.

Artisti in mostra

Cristiano Baricelli, Mario Benvenuto, Cesare Bignotti (Useless Idea), Paolo Cattaneo, Daniele De Batté, Rudy Dore, Roberto Ferreccio, Gianfranco (Johnny) Grieco, Enrico Macchiavello, Jacopo Oliveri (Fatomale), Alessandro Ripane, Stefano Rusca (Detrocboi), Gianluca Sturmann, Alberto Valgimigli.

Cristiano Baricelli

è nato a Genova il 10 ottobre 1977, città in cui risiede e lavora. Autodidatta, dal 1997 elabora una personale tecnica di disegno basata sull’uso della penna a sfera. Tale tecnica consente la stesura di una fitta e sottile campitura di segni, una tessitura a punti, tratti, virgole sfumata e minuziosa. Dopo gli esordi con la galleria genovese San Bernardo, ha partecipato a varie mostre collettive e personali. Nel 2008 alcune sue opere sono state riunite nel volume Corpus Homini, con testi di Paolo Tedeschi, pubblicato dalla casa editrice genovese Grrrzetic. Nel 2011 è stato protagonista di una session Live drawing del programma Rai Tunes condotto da Alessio Bertallot. Lavora con la galleria Miomao di Perugia.

Mario Benvenuto

nasce a Genova nel 1961. Dopo un’infanzia trascorsa in riva al mare (a Recco) frequenta il liceo artistico e l’Accademia Ligustica di Belle Arti a Genova. Nel 1979/80 canta in un gruppo surreal-punk, i Dirty Actions. Nel 1983 tiene la sua prima personale di pittura. Nel 1984/85 collabora con la rivista di fumetti ed altro “Frigidaire”. Dal 1986 è a Milano dove lavora come grafico e illustratore freelance. Dopo una parentesi in un’agenzia di pubblicità in qualità di art director, nel 1993 si rimette in gioco e ritorna alla libera professione. Fa nascere e pubblica Fausto Bambino sul Mensile “Il Clandestino”, una strip comica. Nel 2003 si riavvicina all’arte, creando questi grandi quadri colorati dai titoli strani. Insegna Grafica all’Accademia Ligustica di Belle Arti.

Cesare Bignotti

in arte Useless Idea. Nelle sue opere emerge un’originale e complicata ricerca estetico formale, che ha alla base il continuo e inarrestabile rinnovamento di se stessa. Nei suoi lavori il figurativo e l’astratto si fondono come elementi in grado di dare forma a uno stile grafico di impatto, forte e unico.

Paolo Cattaneo

è nato a Genova nel 1982 e si è diplomato presso l’Accademia Ligustica di Belle Arti. Lavorando tra scenografia, grafica e pittura, grazie all’abilitazione all’insegnamento, tiene laboratori per bambini nelle scuole dell’obbligo.

Daniele De Battè

è nato a Genova nel 1976. Nel 2003 ha fondato Artiva design. Si divide fra grafica, web design, scultura e illustrazione. Ha partecipato a diverse esposizioni di grafica e illustrazione sia in Italia che all’estero.

Rudy Dore

è nato a Genova il 3 maggio 1987 dove si è laureato in grafica all’Accademia Ligustica di Belle Arti nel 2010. Si occupa di illustrazione, campo in cui è attivo con alcune pubblicazioni e grafica. Appassionato fin dall’adolescenza di musica e dei mezzi che ne per- mettono la rappresentazione visiva ha trattato l’argomento nella tesi di laurea “Il ritratto di supporto alla musica: genesi, origine, mutazioni” e curato un albo illustrato dal contenuto analogo. Recentemente ha partecipato alla mostra collettiva “Differente” presso la galleria d’arte Violabox di Genova.

Roberto Ferreccio

è nato a Recco nel 1982. Collabora come illustratore e disegnatore per varie riviste indipendenti e nazionali. Attualmente grafico freelance ha esposto in varie mostre collettive presso il L. S. Buridda, nel C.C. Buranello a Sampierdarena, il Centro Congressi del Porto Antico di Genova e il Palazzo Ducale. La sua arte si esprime attraverso le diverse forme del disegno e dell’illustrazione. Per i festeggiamenti dell’anniversario del Premio Andersen ha realizzato la galleria della cittadina di Sestri Levante con murales dedicati.

Gianfranco Grieco

Punk settantasette del settantasette, cantante del seminale combo genovese Dirty Actions, fanzinaro per la sua Le Silure d’Europe (1979-80), vignettista tra il ’76 e l’83 per Il Lavoro, Il Secolo XIX, Alfabeta, La Bancarella, Rockerilla, Bacherontius, Guerin Sportivo, Nuovo Sound e chi più ne ha più ne metta, ma anche performer inossidabile, grafico e mail artist, Johnny Grieco è stato ed è tuttora una delle massime memorie storiche dell’underground italiano in genere e del rock’n’roll nostrano in particolare.

Enrico Macchiavello

(Genova, 6 novembre 1974) è un animatore, artista e illustratore italiano, particolarmente noto per gli spot della birra Ceres. Disegnatore e animatore, cresce artisticamente e professionalmente alla Scuola del Fumetto di Chiavari e all’Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova. Insieme a Gregorio Giannotta, a Silvano Galif e a Leonardo Montaruli è membro fondatore de La Fantomatica, società che fornisce servizi e prodotti grafici applicabili a vari media: editoria, web e broadcast.

Crea inoltre grafici e animazioni per CD multimediali e siti internet. Da diverse edizioni è la matita ufficiale della Mostra Internazionale dei Cartoonists di Rapallo. Nel 2008 realizza le illustrazione per la serie di cards “Skifidol”.

Jacopo Oliveri (Fatomale)

è un illustratore e un appassionato di Grafica e d’Arte visiva.
E ‘ nato nel 1988 a Genova. Dopo il diploma in Graphic Design, nel 2011 ottiene la laurea in Fumetto e Illustrazione presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna. Dal 2011 è membro attivo della rivista autoprodotta Lök zine, dove lavora come grafico ed Art director. Nel 2012 frequenta un anno di master presso HAW, dipartimento di Design ad Amburgo.
Aperto ad ogni tipo di collaborazione, imposta la sua ricerca artistica sull’importanza del segno e della sperimentazione.

Alessandro Ripane

nasce a Genova il 30 Giugno 1989. Inizia a disegnare alla tenera età di 4 anni, affascinato soprattutto dal mondo degli animali, soggetto tutt’ora ricorrente in gran parte delle sue opere. Dopo aver frequentato il liceo, decide di non proseguire gli studi, sviluppando così un tratto e uno studio delle tecniche del tutto personali, sebbene in continua evoluzione. Nelle sue opere l’artista mescola ricordi tipici dell’infanzia a situazioni della vita quotidiana: ne scaturiscono una serie di personaggi surreali, misteriosi, quasi fiabeschi, ibridi fra esseri umani, animali e talvolta oggetti, i quali, posti in contesti del tutto assurdi, spesso onirici, raccontano delle storie, storie brevissime, di un secondo circa, che incuriosiscono, disgustano e talvolta “deridono” lo spettatore.

Stefano Rusca

è nato a Genova nel 1985. Nel 2010 si laurea presso l’Accademia Ligustica di Belle Arti.
Disegnare un elefante rosa è il suo primo ricordo; per lui disegnare è un’azione vitale ed è il suo mezzo d’espressione preferito.

Disegna da sempre e nelle sue illustrazioni finiscono la vita, le ispirazioni, le influenze, i suoi interessi, tutto fluisce in uno stile che si potrebbe definire “fantasy psichedelico”
Magari è difficile individuare ogni cosa, ma sui suoi fogli ci sono musica, psichedelia, surrealismo, realismo magico, film, cartoni animati ed arte underground.

Gianluca Sturmann

è nato a Genova il 2 ottobre del 1988. Si è laureato nel 2011 con una tesi dal titolo “Facciamo cosa facciamo e basta”. Negli ultimi anni ha collaborato in campo grafico come illustratore per diversi progetti di comunicazione. La sua ricerca personale prevede una forte componente narrativa che spesso lo porta a confrontarsi con modelli di espressione vicini al fumetto, al racconto illustrato e all’arte narrativa. Partecipa a diverse esposizioni soprattutto nel campo del disegno. Ha un personalissimo progetto artistico di editoria che definisce espansa chiamato “Spore Edizioni”.

Alberto Valgimigli

Di sè dice: “Non mi conosco affatto… Propendo per visualizzare i miei stati d’animo… Fisso Atmosfere.” E tra dipinti, illustrazioni e collage, il nostro ci mette del suo per creare un mondo psichedelicamente attivo, visionario e unico. Pubblicato dalla casa editrice Grrrzetic con il libro “Reperto 24″, è anche musicista.

Email this to someoneShare on LinkedInShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestPrint this pageTweet about this on Twitter

Tags: