Menu
» 2009, Mostre, Mostre - Archivio, Mostre 2009 » Dai diamanti non nasce niente

Dai diamanti non nasce niente

logohome2

Dai diamanti non nasce niente

Dai diamanti non nasce niente

8 – 24 maggio 2009
Porticato

Mostra fotografica di GiBi Peluffo
a cura di Emergency

Ingresso libero

Acrobat Scarica la locandina

logo Emergency

domenica 10 maggio, ore 16.45
Se vede una scaletta ninetta curiosa
presentazione del libro, (Editore Carthusia), Palazzo Ducale

intervengono:
Patrizia Zerbi, casa editrice Carthusia
Svjetlan Junakovic, illustratore e
l’autore Alfa Beta, Giulio Cristoffanini

partecipa:
Lella Costa, con la lettura della filastrocca

coordina:
Barbara Schiaffino, Premio Andersen

Copertina libro
logo Mediterranea

Inaugurazione, venedì 8 maggo 2009, ore 18 con Gino Strada
Conclude il coro Quattro Canti diretto dal Maestro Gianni Martini

Ci sarà Gino Strada ad inaugurare venerdì 8 maggio alle ore 18 presso il Porticato di Palazzo Ducale la mostra Dai diamanti non nasce niente, rassegna fotografica itinerante a cura di Emergency e organizzata da Genova Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura.
La mostra – 60 immagini a colori scattate dal fotografo Gibi Peluffo – testimonia la vita all’interno della corsia “Via del campo” dell’ospedale di Emergency a Freetown, in Sierra Leone, costruita grazie ai proventi della vendita all’asta della chitarra di Fabrizio De André.
Quando dieci anni fa moriva De André Emergency iniziava la costruzione di un suo ospedale in Sierra Leone, in quella terra martoriata da dieci anni di guerra. Una guerra assurda, mai dichiarata e sempre lontana dai riflettori. La guerra dei bambini soldato e dei diamanti.
Dopo dieci anni la sanità è allo sfascio, il numero di mutilati, di profughi e di orfani è impressionante. La Sierra Leone è tra i cinque paesi più poveri del mondo e la speranza di vita media non raggiunge i 40 anni.
Nel dicembre del 2000 gli amici di Emergency a Milano decidono di mettere all’asta la chitarra di Fabrizio e di devolvere il ricavato ad Emergency. A Genova si forma una cordata capitanata da Gianni Tassio, il negoziante di dischi che aveva legato la sua vita a quella di Fabrizio De André, che comprende al proprio interno tutta la città, dalle istituzioni alle squadre di calcio, ai giornali, alle televisioni, fino persino agli ambulanti del Luna Park.
La cordata di Via del Campo riesce a vincere l’asta alla cifra di 168 milioni e 500 mila lire. Grazie a quei soldi Emergency ha potuto costruire un intero reparto dell’ospedale di Goderich, il grande sobborgo di Freetown, la capitale della Sierra Leone.
La mostra rimarrà nel Porticato di Palazzo Ducale fino al 24 maggio.
Nel corso dell’inaugurazione Gino Strada parlerà anche del progetto di rete sanitaria d’eccellenza a cui 9 paesi africani – Egitto, Eritrea, Repubblica Centrafricana, Congo, Ruanda, Sierra Leone, Sudan, Uganda e Ciad – hanno deciso di dar vita. Il progetto sarà presentato in un documento congiunto alle istituzioni internazionali in occasione del prossimo vertice G8.

Per informazioni
tel. 010.5574064/065

    
    
    
   

www.emergency.it

Email this to someoneShare on LinkedInShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestPrint this pageTweet about this on Twitter




Può interessarti anche ...