Menu

 
Little shadow tales
29 settembre – 16 ottobre 2016
Sala Dogana

 
Inaugurazione 29 settembre 2016, ore 18
 
Ingresso libero
Orario: dal martedì alla domenica ore 15-20
 


LE FOTO ASTRATTE DI ANA FERIAS RE-INTREPRETATE DA MELKIO IN IMMAGINI E IN BREVI RACCONTI, IN UN ESERCIZIO D’IMMAGINAZIONE.
 
Siamo stati tutti bambini.
E da bambini, osservando le nuvole in cielo, abbiamo trovato dragoni alati che sputano fuoco, tartarughe lentissime, giganti buoni, zucchero filato a bizzeffe. Insomma, abbiamo immaginato un
sacco di cose.
Melkio, vedendo le realizzazioni di Ana su Instagram, ha fatto questo,ha immaginato. Le stoffe posizionate in modo apparentemente casuale hanno preso vita, giochi di ombre diventano una ballerina, San Giorgio che doma il drago etc…, ognuno con la propria storia, esposta nelle didascalie. E’ nata così l’idea per questo progetto, dall’incontro di due artisti distanti fra loro ma legati dalla capacità immaginativa propria dei bambini che, crescendo, Melkio e Ana, hanno mantenuto viva.
Piccole storie di ombre, anche per adulti.
 
Melkio
Luca Melchionda, classe 1984 è da sempre e per tutti Melkio.
Lo stile, sia nel disegno che nella scrittura, è riconoscibile: pochi dettagli, oggetti semplici, sintesi e un immaginario magico, riflessivo ma con chiari accenti al mondo infantile.
Nel 2015 pubblica un libro “Il mondo immaginifico di Melkio“
(erga edizioni): una raccolta di 18 racconti e 20 disegni presi dal suo sito. Il libro ad ora ha venduto centinaia di copie ed è presente nel circuito de La Feltrinelli.
Nel 2016 inizia a collaborare con Maceo Plex (uno dei dj più famosi del mondo) disegnando le copertine per i dischi della sua etichetta (Ellum)
 
www.melkio.com
fb: melkiowebsite
ig: m3lkio
 
Ana Férias
Ana Férias è un artista portoghese, attualmente vive e lavora a Setúbal. Ha una laurea in Belle Arti della Scuola di Arte e Design, Caldas da Rainha.
Dal 2003 partecipa a mostre collettive e individuali.
Il suo lavoro esplora la relazione tra l’interno e l’esterno della forma e dello sfondo. Esiste un confine molto sottile tra di essi. Questo limite è costruito di livelli, trasparenze, le linee e le texture che vengono aggiunti gli uni agli altri e suggeriscono racconti.
L’osservatore è il costruttore principale di questi racconti.
Le immagini sono modellate in plastica trasparente e poi fotografati.
 
www.anaferias.com
ig: ana_ferias
 
dice Melkio:
‘Io e Ana ci siamo “conosciuti” su Instagram. Lei è una fotografa portoghese minimalista, io un cantastorie che ama scarabocchiare. Uno follower dell’altro, dopo tanti “like” e tanti “wow” abbiamo
per caso iniziato a scriverci. Così è nata l’idea di ‘Little Shadow Tales’ e in poco tempo il progetto è diventato realtà.
Lst è stato presentato lo scorso Giugno al Tuscania Festival di Peccioli riscontrando ottimi feedback. Dopo sala Dogana, dal 29 settembre al 16 ottobre, sarà a Lucca e Sebutal (Lisbona’



Email this to someoneShare on LinkedInShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestPrint this pageTweet about this on Twitter

Tags: