Menu
» 2019, Eventi, Eventi 2019 » L’ingegnere biomedico e clinico

L’ingegnere biomedico e clinico

ingegnerebio

Ruoli ed opportunità nella Sanità
e nella libera professione

lunedì 9 settembre 2019, ore 14
Sala Minor Consiglio

 

 Scarica il programma
Ingresso libero. Ai fini organizzativi è necessaria l’iscrizione


Presentazione
L’Ingegneria Biomedica e Clinica è una delle specializzazioni dell’Ingegneria che applica principi di chimica, fisica, biologia, scienze dei materiali e di altre discipline per la progettazione, la realizzazione e la gestione di sistemi ed apparecchiature per la salute, integrando aspettitecnologici, industriali, economici, scientifici con implicazioni ad ogni livello nel mondo della sanità, pubblica e privata.
Grazie all’applicazione di varie discipline (meccanica, elettronica, telecomunicazioni, etc.)si ècreato un proprio ambito con sviluppi specifici in molteplici settori quali biomeccanica, biochimica, biomateriali,biorobotica, elettrofisiologia, neurofisiologia, ingegneria clinica, health technology assessment, usando anche metodologie tipiche dell’intelligenza artificiale, della sicurezza nelle reti, dell’elaborazione e protezione dei segnalie delle altre conoscenze dell’Ingegneria, ivi compresa quella forense, quando in sede giurisdizionale o stragiudiziale occorrono perizie e consulenze tecniche d’ufficio e di parte.
Il ruolo dell’Ingegnere Biomedico e Clinico si integra sempre più con le attività del Medico, collaborando sul piano tecnologico sia nella diagnostica che nella terapia.
Molteplici sono i sistemi e le apparecchiature,sempre più tecnologicamente sofisticate, che si ritrovano nellevarieapplicazionidellaSanità.
L’Ingegneria Biomedica è una delle ultime lauree (triennali e magistrali) attivate, ormai presente in quasi tutte le Università italiane ed estere.
Lo scopo del seminario è quello di far conoscere e valorizzare l’Ingegnere Biomedicoe Clinico, nonché evidenziare le grandi prospettive di sviluppo, i ruoli e le opportunità,anche alla lucedel riordinodelle professioni sanitarie operato con Legge 3/2018 (c.d. Lorenzin)e della riforma delle responsabilità professionali contenuta nella Legge 24/2017 (c.d. Gelli-Bianco).
 
Previsti n.4 Crediti Formativi Professionali per iscritti all’Albo degli Ingegneri (necessita registrazione in ingresso e in uscita)
 

Programma
 
14:00 Registrazione dei partecipanti
 
14:20 Saluti delle Istituzioni
Introduce e conduce Tiziana Lazzari, Vicepresidente Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura Genova
Sonia Viale, Vicepresidente e Assessore a Sanità, Politiche sociali e Sicurezza Regione Liguria
Ilaria Cavo, Assessore a Comunicazione, Formazione, Politiche giovanili e culturali Regione Liguria Arianna Viscogliosi, Assessore Comune di Genova
Giorgio Roth, Preside Scuola Politecnica Università degli Studi di Genova
Angelo Valsecchi, Segretario Consiglio Nazionale degli Ingegneri con delega all’Ingegneria della Salute
Alessandro Bonsignore, Vicepresidente Ordine Medici Chirurghi e Odontoiatri Genova
Alessandra Volpe, Consigliera delegata Ordine Avvocati Genova
 
15:00 Apertura dei lavori
Maurizio Michelini, Presidente Ordine Ingegneri Genova e Consigliere CCIAA Genova per le libere professioni
Gianni Vernazza, Consigliere Ordine Ingegneri Genova e Referente Comm.ne Biomedica e Clinica
 
15:20 L’offerta accademica
Silvio Sabatini, Professore Scuola Politecnica Università degli Studi di Genova Sergio Cerutti, Professore Politecnico Milano Ernesto Iadanza, Professore a.c. Università Firenze e Presidente divisione Health Technology Assessment IFMBE Cesare Bruzzone, Avvocato libero professionista, Professore a.c. Università degli Studi di Genova
16:20 L’Ingegnere Biomedico e Clinico: dicono di noi
Interviste alla popolazione e agli operatori di settore sulla percezione dell’ingegneria biomedica e clinica, coordinate da:
Gabriella Paoli, Dirigente ALISA Regione Liguria e componente Comm.ne Biomedica e Clinica Ordine Ingegneri GE
Claudio Firpo e Matteo Gentile, Consiglieri Ordine Ingegneri Genova esperti ICT
 
16:45 La domanda: tavola rotonda – Moderatore: Federico Mereta, Giornalista
Per il mercato industriale:
Francesco Berti Riboli, Consigliere di Presidenza Confindustria Genova per Salute, Scienza e Vita Fabio Faltoni, Presidente Associazione Servizi e Telemedicina di Assobiomedica Paolo Piccini, Regione Liguria, Amministratore Unico Liguria Digitale.
Per il mondo della ricerca:
Maria Novella Luciani, Ministero della Salute, Direzione Generale della Ricerca e dell’Innovazione in Sanità
Antonio Uccelli, Direttore Scientifico Ospedale Policlinico San Martino Giorgio Metta , Direttore Scientifico Istituto Italiano di Tecnologia Carlo Minetti, Direttore Scientifico Istituto Gaslini
Per il mondo delle aziende sanitarie:
Gaddo Flego, Direttore Sanitario Ospedale Evangelico e coordinatore rete ligure Health Technology Assessment Giorgio Sacco, Direttore Centrale Regionale di acquisto Regione Liguria
 
18:30 La condivisione: proposte finali e partecipazione del pubblico
Intervengono i componenti della Commissione ordinariale in Ingegneria Biomedica di Genova, coordinati da:
Stefano Scillieri, Professore a.c. in Ingegneria Clinica presso Scuola Politecnica Università Genova
 
19:00 Chiusura dei lavori
 

Email this to someoneShare on LinkedInShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestPrint this pageTweet about this on Twitter




Può interessarti anche ...