Menu

Sabato 15 novembre
Palazzo Ducale_ore 21

Jonathan Coe

Interviene Danilo Di Termini


jonathan coe

Uno dei più importanti talenti narrativi inglesi, presenta il suo ultimo romanzo Expo 58 (Feltrinelli 2013): la sua nuova, esilarante commedia ambientata a Bruxelles durante l’Esposizione Universale del 1958, un momento importante all’indomani della Seconda Guerra mondiale. Una vicenda appassionante in cui l’autore torna ad attingere alla ricca vena ironica dei suoi inizi.

Prima di avere successo come scrittore, per un certo periodo Coe si è dedicato molto alla musica, adora i protagonisti della corrente di rock progressivo degli anni ‘70 (gruppi come Caravan, Soft Machine, Camel). Il suo album preferito è Rock Bottom di Robert Wyatt, esponente della Canterbury Scene citata ampiamente in La banda dei brocchi, il cui titolo originale The Rotters’ Club allude a uno degli album più celebri degli Hatfield and the North. La colonna sonora di Expo 58 è invece la scrittura modale del poema sinfonico Pastorale d’été del compositore svizzero Arthur Honegger.

 

Jonathan Coe è nato a Birmingham, si è laureato a Cambridge e a Warwick, vive a Londra. Ha scritto tre biografie (di Humphrey Bogart, James Stewart e B.S. Johnson) e numerosi romanzi. Con Feltrinelli ha pubblicato: La famiglia Winshaw (1996), La casa del sonno (1998; audiolibro Emons-Feltrinelli, 2013), L’amore non guasta (2000), La banda dei brocchi (2002), Donna per caso (2003), Caro Bogart. Una biografia (2004), Circolo chiuso (2005), La pioggia prima che cada (2007), Questa notte mi ha aperto gli occhi (2008), I terribili segreti di Maxwell Sim (2010), Come un furioso elefante. La vita di B.S. Johnson in 160 frammenti (2011), Lo specchio dei desideri (2012), Expo 58 (2013) e, nella collana digitale Zoom, V.O. (2011).

 

 



Email this to someoneShare on LinkedInShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestPrint this pageTweet about this on Twitter

Tags: ,