Menu
» 2019, Anteprima mostre, Eventi in programma » Ducale 451

Ducale 451

Sito_345x240 px

Lo spazio del bookcrossing
a Palazzo Ducale

 
Corridoio del Munizioniere,
ingresso da piazza Matteotti

Ducale 451 nasce da un progetto realizzato nel 2017 in collaborazione con la Scuola Media Baliano e il Municipio I Centro Est del Comune di Genova. Il progetto era allora la Bibliocabina, una cabina telefonica dismessa trasformata dagli alunni in uno spazio di bookcrossing, in cui prendere, lasciare e scambiarsi libri, in forma anonima e libera, nell’idea di favorire la partecipazione attiva alla lettura.
Terminato il progetto e trascorsi ormai due anni, la Fondazione per la Cultura di Palazzo Ducale ha deciso di non lasciar cadere l’idea originaria, e di mantenere quello spazio – nel corridoio di ingresso del Munizioniere, su piazza Matteotti – come uno spazio accessibile a tutti e dedicato a coloro che amano i libri e sono disposti a condividerli.
L’ispirazione oggi è quella del film Fahrenheit 451 di François Truffaut e dell’omonimo romanzo di Ray Bradbury, di uno spazio che sia luogo di raccolta e incontro per la lettura, riconoscendo tutta l’importanza che i libri hanno nella nostra società. Una società il più possibile distante da quella fredda, cinica e distopica di Fahrenheit 451, il più possibile lontana da quella perdita di umanità e cultura alla quale i libri, nel romanzo, nel film come nella vita reale, sono argine.

Poche e semplici le regole da seguire, Ducale 451 è uno spazio libero, che dipende dal comportamento di ognuno:
 
- Se hai dei libri che non leggi più, non buttarli via! Portali in modo da condividerli con altri lettori
 
- Per ogni libro che porterai, potrai prenderne uno in prestito. Leggilo e poi riportalo a Ducale 451
 
- Abbi cura dei libri scelti e mantieni pulito e ordinato lo spazio
 
Gli orari di apertura e ingresso coincidono con quelli del Palazzo, dalle 8 alle 23


Questo slideshow richiede JavaScript.


Email this to someoneShare on LinkedInShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestPrint this pageTweet about this on Twitter




Può interessarti anche ...