Menu
» Eventi, Eventi 2017 » Di questo amore non si deve sapere

Di questo amore non si deve sapere

di questo amore non si deve sapere

La storia di Inessa e Lenin
presentazione del libro di
Ritanna Armeni
7 marzo 2017, ore 18
Sala Camino

Inessa Armand, donna attraente e appassionata, pianista eccellente, rivoluzionaria, impegnata nella lotta per i diritti delle donne, fu il grande amore di Lenin, oltre che la sua più fidata collaboratrice. Si conobbero a Parigi nel 1909, in un caffè dove si incontravano i rivoluzionari russi in esilio: il loro legame si nutriva dell’ardore politico, dell’ebbrezza di ideare e partecipare a un cambiamento storico epocale, ma anche di fascinazione, attrazione e tenerezza. Madre di cinque figli e moglie di un ricco industriale russo, Inessa è stata cancellata dai libri di Storia: il capo della Rivoluzione non poteva essere macchiato dalla meschinità di un adulterio borghese.
Ritanna Armeni, che ha seguito le sue tracce nelle poche testimonianze e biografie esistenti e ha ripercorso i suoi passi in Europa, ci restituisce il ritratto fremente, dolce e indomabile di una donna che più che al passato sembra appartenere al nostro futuro: inquieta e non catalogabile, piena di contraddizioni eppure integra nelle sue passioni, capace di amare perché libera, rivoluzionaria nel privato e nel politico.

Ritanna Armeni è nata a Brindisi il 12 luglio 1947, ha cominciato a fare la giornalista negli anni ’70 a Noi donne, settimanale dell’Udi, poi è passata al Manifesto di cui è stata fra le prime redattrici. In seguito, dopo una breve esperienza al settimanale Pace e guerra, ha lavorato all’agenzia Asca e di seguito al settimanale Rinascita diretto da Alberto Asor Rosa e, quindi, per nove anni all’Unità. In queste testate si è occupata dei temi sociali, politici e culturali. E’ stata per molti anni giornalista parlamentare.
Ha interrotto il suo lavoro giornalistico quando è diventata, nel 1998, responsabile dell’Ufficio stampa di Rifondazione comunista e portavoce del segretario Fausto Bertinotti. Lo ha ripreso nel 2004 con la conduzione sulla Sette di Otto e mezzo insieme a Giuliano Ferrara. Ha condotto anche molte trasmissioni su Radio 3. Ha scritto per Il Mondo, per Sette, Io donna, Anna e altre testate quotidiane e settimanali. E’ stata editorialista dell’Unità ,del Riformista e di Liberazione, il Caffè, il Foglio, il Messaggero di Sant’Antonio, Rocca e L’Osservatore romano. E’ opinionista in molte trasmissioni di Rai1. Si è particolarmente occupata della “questione femminile” in tutti i suoi aspetti. Fra i suoi libri: La colpa delle donne, Prime donne, Parola di donna, Devi augurarti che la strada sia lunga (con Fausto Bertinotti e Rina Gagliardi), Due pacifisti e un generale, insieme a Emanuele Giordana , Lo squalo e il dinosauro.

Edizioni Ponte alle Grazie

Email this to someoneShare on LinkedInShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestPrint this pageTweet about this on Twitter




Può interessarti anche ...