Menu
» 2019, Eventi, Eventi 2019, Eventi in corso, Eventi in programma, In corso » Cucina d’Epoca

Cucina d’Epoca

345x240px-BANNER-DUCALE-sito

Il gusto della storia
1° edizione del festival
Illuminismo: una rivoluzione anche a tavola?
dal 20 al 22 settembre 2019
 
Eataly Porto Antico
e Sala del Maggior Consiglio
di Palazzo Ducale

Consulta qui il pieghevole del festival

Cucina d’Epoca è un tour appassionante tra saperi e sapori, un viaggio nel tempo che racconta la storia della civiltà, il gusto e la sensibilità di altre epoche e della nostra. Fra cibo di strada e alta gastronomia, tradizione storica e reinterpretazione contemporanea, tre giorni di incontri, dibattiti, inedite performance e scoperte culinarie.
La cucina è il luogo della complessità, dove si incrociano natura e cultura, piacere e salute, benessere individuale e intensità di relazioni, politica e diplomazia, arte e creatività, moda e poesia, tradizione e innovazione, saperi antichi e nuove tecnologie.
Protagonisti dell’evento sono uomini e donne di scienza, cuochi, scrittori, storici, letterati, filosofi, attori, musicisti, sotto la sapiente regia e l’estro creativo di uno storico dell’alimentazione tra i più amati e stimati: Massimo Montanari


L’Illuminismo e la rivoluzione del gusto

Teatro di questa prima edizione del Festival Cucina d’Epoca è il Settecento, l’epoca dei Lumi, in cui, nel vortice delle grandi rivoluzioni politiche e del pensiero, esplode un’altra rivoluzione di grande portata, destinata a segnare le nostre abitudini: la rivoluzione del gusto che dalla Francia travolge l’Italia e gran parte dell’Europa. L’imperativo è riconquistare i sapori naturali e la semplicità dei prodotti e abbandonare l’eccessiva complessità del gusto rinascimentale e barocco. A ogni sapore viene assegnato il proprio posto all’interno del menù. Tra le classi elevate si afferma la moda del caffè e della cioccolata. Nelle campagne nuove tecniche produttive e il capitalismo agrario valorizzano le colture di origine americana (mais e patata) e si estende la coltivazione di riso e grano saraceno. La cucina di territorio, un tempo esclusivamente contadina, fa capolino anche nell’alta cucina, dialogando con le elaborazioni dei grandi cuochi di corte. Le cucine signorili e le taverne del popolo interagiscono nella costituzione di un patrimonio culinario che infine arriva sulle nostre tavole.


Scopri il programma completo giorno per giorno: gli incontri e gli ospiti, i laboratori, gli spettacoli e le degustazioni e la cena d’epoca!

Email this to someoneShare on LinkedInShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestPrint this pageTweet about this on Twitter




Può interessarti anche ...